Biografia

Giampiero Romanó, classe ’73, è un artista milanese.
Non si forma ai corsi di design nè frequentando un’Accademia delle Arti, ma tra i chiodi, i martelli e le vernici del proprio laboratorio, nel cuore pulsante del quartiere di Porta Venezia, dedicandosi per più di vent’anni alla ricerca e al restauro di pezzi di vintage-design.
Sin dai primi anni viaggia molto alla ricerca dei pezzi vintage dei grandi nomi italiani del design, facendosi una cultura sul campo, attrezzi alla mano; la sua diviene una passione irresistibile.
Qualche anno dopo inizia a collaborare con la rivista Toiletpaper Magazine e la sua creatività, unita a una ormai grande esperienza, prende forma, portando le sue opere ad essere originali e riconoscibili.
Giampiero intraprende così la strada della creazione di una linea di specchiere e complementi d’arredo customizzati, la cui denominazione ben rende il concetto che l’artista vuole esprimere: Antichità 3000.
Dal 2019 collabora con Plan X Art Gallery (Milano-Capri) riscuotendo notevole successo anche a livello internazionale. 

Ironico, visionario e dotato di una grande manualità, sviluppata in anni di lavoro artigianale, Giampiero inizia a dare voce alle proprie idee ed ispirazioni, creando un universo alternativo fatto di specchi.
Sono questi infatti i protagonisti delle sue creazioni: gli specchi. Alcuni li taglia, altri li cuce, li smonta, li illumina, li crivella.
Si potrebbe cercare di interpretare i pezzi d’arte di Giampiero Romanó come una sua ricerca d’identità; magari è così, ma Giampiero non si concede il tempo di fermarsi e riflettere: deve creare.
La sua esigenza è solo quella di non trattenere quello che sente e di dare forma a tutto quello che immagina.
Il laboratorio di Giampiero Romanò è sempre aperto a tutti: chiunque, passando per il quartiere di Porta Venezia, in via Rosolino Pilo al civico 16, può fermarsi, entrare e chiacchierare con il nostro artista… lui, intanto, continuerà a creare. Mentre passa la vernice sulle mani di una poltrona, incolla una cicala su un cassetto o inserisce un cappio nel foro di uno specchio, ti parlerà di arte, di design e della sua famiglia.

 

ATTIVITA’ RECENTI

  • Aprile 2019: Fuori salone – Installazione in piazza Castello in occasione del Design Pride organizzato da Seletti;
  • Ottobre 2019: inizia la collaborazione con PlanX Art Gallery (12 pezzi unici venduti a importanti collezionisti privati da dicembre 2019);
  • Novembre 2019: “Out of Line” esibizione in collaborazione con l’artista CB Hoyo organizzata da PlanX Art Gallery;
  • Dicembre 2019: Vanity Fair sceglie una serie di specchi in edizione limitata realizzati da Giampiero Romanò per premiare i 16 vincitori degli annuali “Vanity Fair stories 2019”;
  • Gennaio 2020: partecipa tramite PlanX Art Gallery alla mostra a Dubai “64 years of art in DFCI” organizzata da 71 Structuralart;
  • Aprile 2020: il brand Seletti include 4 dei suoi pezzi nel suo catalogo facendo entrare Romanò nel loro team di designers. 3 specchi sagomati con grafica e uno tagliato in resina (altri progetti con Seletti sono in evoluzione);
  • Aprile 2020: partecipa con i propri pezzi ad una serie di aste di beneficenza organizzate da importanti fondazioni per raccogliere fondi contro la pandemia;
  • Dicembre 2020: realizza un importante pezzo per un collezionista privato in collaborazione con Maurizio Cattelan e Pierpaolo Ferrari con una grafica di Toiletpapermagazine.
partner

I nostri partner

Add to cart